ELENCO DEGLI ORGANI PICCALUGA

a cura di Giancarlo Bertagna e Maurizio Tarrini

a) Organi datati o databili

Anno Località / Edificio
1741-42 Celle Ligure (Savona), Parr. S. Michele arc.: riparazioni, assieme a tale Cremona; non più esistente
1743 Genova-Pegli, Chiesa S. Antonio ab. (Minori osservanti di S. Francesco): non più esistente
1744 Genova-Pegli, Parr. S. Martino: ampliamento organo G. Corsi 1734; non più esistente
1748 Crocefieschi (Genova), Parr. S. Croce: non più esistente; trasferito a Salata di Vobbia nel 1774 ed ivi sostituito nel 1861 da altro organo Piccaluga proveniente da Genova, Basilica SS. Annunziata (organo del coro)
1751 Santa Maria di Lagorara di Maissana (La Spezia), Chiesa di S. Maria Assunta: intervento su organo sec. XVII proveniente dalla Parr. S. Maria di Nazareth di Sestri Levante (Genova); trasferito nel 1837
1753 Genova, Chiesa di N.S. della Pace (non più esistente): organo del coro
1754 Genova, Santuario Madonna del Monte: organo per il coro
1758 Genova, Catt. S. Lorenzo: riparazioni all’organo del transetto sinistro
1759 Camogli (Genova), Oratorio SS. Prospero e Caterina
1760 Genova-Rivarolo, Parr. S. Maria: non più esistente
1760 Voltaggio (Alessandria), Parr. S. Maria: non più esistente
1761 Genova-Fegino di Rivarolo, Oratorio SS. Trinità: forse proveniente dalla Parr. S. Ambrogio (trasferito nel 1889)
1761-65 Sori (Genova), Parr. S. Margherita: sopravvive solo la cassa
1762 Genova, Cappella del Collegio dei Gesuiti (via Balbi): riparazioni
1762-65 Levanto (La Spezia), Chiesa non identificata
1762-67 Cassano Spinola (Alessandria), Orat. SS. Trinità (detto del Rolino); proveniente dalla Parrocchiale; rest. E. Piccinelli 1979-80
1763 novembre 6 Pedemonte (olim Isosecco) di Serra Riccò (Genova), Santuario S. Rocco: trasferito dalla Parr. S. Maria nel 1911; elettrificato
1763 ca. Genova-Cremeno di Bolzaneto, Parr. S. Pietro: trasferito a Montanesi di Mignanego (Genova) e successivamente ricostruito dagli allievi Bianchi
1763 Genova, Catt. S. Lorenzo: riparazioni
1764 febbraio 29 Genova, Parr. SS. Cosma e Damiano: in corso di restauro, Fratelli Marin
1764 giugno 27 Savona, Cappella Sistina: su commissione di Francesco Maria Della Rovere; rest. G. Interbartolo, 2006-08
1764-65 Genova, Parr. S. Donato: distrutto nei bombardamenti del 1942
1766 giugno 23 Savona-San Bernardo in Valle, Parr. S. Bernardo: proveniente dall’antica Parr. di S. Giovanni Battista in Savona; rest. G. Interbartolo, 2003
1767 maggio 7 Savona, Cattedrale: organo a 2 tast., commissionato da Francesco Maria Della Rovere; sopravvivono cassa, prospetto e alcune canne interne
1767 Savona, Orat. del Cristo Risorto: visita e riparazione dell’organo Concone 1757 assieme a un lavorante e a Giacomo Costa, maestro di cappella in Genova
1767 Chiavari (Genova), Santuario di N.S. dell’Ulivo di Bacezza: riparazioni (trasferito nella Parr. di Zerli)
1768 Chiavari (Genova) Chiesa S. Giuseppe Calasanzio (PP. Scolopi): sopravvivono solo la cassa (ridipinta), il somiere, i banchini laterali, il crivello e i festoni di legatura delle canne di facciata, sostituite da canne mute di pessima fattura
1768 Genova, Chiesa SS. Andrea e Ambrogio (Gesù): riparazioni all’organo W. Hermans 1653-56
1768 Ceranesi (Genova), Santuario N.S. della Guardia: non più esistente
1768 dicembre 16 Albera Ligure (Alessandria), Parr. Natività di Maria V.: acquistato d’occasione nel febbraio 1802 da una chiesa di Genova non identificata
1769 Albisola Marina (Savona), Parr. N.S. di Concordia: org. a 2 tast.; rifatto da Dessiglioli nel 1875
1769 Genova, Chiesa Padri della Croce (S. Camillo): riparazioni all’organo Ciurlo, poi trasferito ad Ospitaletto di Marano sul Panaro (Modena), Parr., nel 1936
1770 Sassello, Parrocchia SS. Trinità (non più esistente)
1770 Genova, Orat. SS. Pietro e Paolo: rest. B. Formentelli, 1981-82 e 1995
1772 ottobre 3 Spotorno (Savona), Parr. SS. Annunziata: rifatto da I. Romoli nel 1906 reimpiegandone le canne
1773 Pontedecimo (Genova), Orat. Morte ed Orazione
1773 agosto 24Società tra Filippo e Felice Piccaluga e Lorenzo Musante
1774 Montoggio (Genova), Parr. S. Giovanni Batt.: non più esistente
1774 maggio 28 Genova-Multedo, Orat. SS. Nazario e Celso
1774 luglio 13 Vezzano Ligure Inferiore (La Spezia), Parr. S. Maria Assunta: ampliato e modificato da Paoli nel 1886
ante 1775 Vado Ligure (Savona), Parr. S. Giovanni Battista: organo nuovo; modificato o rifatto nel XIX sec. e distrutto nel bombardamento del 26 luglio 1944
ante 1775 Gavi Ligure (Alessandria), Orat. della SS. Trinità: non più esistente
1775 maggio 10Scioglimento della società tra Filippo e Felice Piccaluga e Lorenzo Musante
1775 maggio 15Morte di Felice Piccaluga
1775 Genova-San Quirico in Val Polcevera, Parr.: non più esistente
1775 Savona-Légino, Parr. S. Ambrogio
1776-77 Genova-Voltri, Parr. SS. Nicolò e Erasmo: in cassa preesistente; non più esistente
1777 Genova, Chiesa N.S. della Misericordia (Istituto dei Sordomuti): trasferito nel 1975 dalla Parr. S. Maria olim SS. Diecimila Crocifissi (Borgo Incrociati); l’organo è di proprietà privata
1777 Mezzanego (Genova), Parr. S. Maria Assunta: acquistato dalla Parr. di San Biagio in Val Polcevera nel 1901; rest. Bottega organara Dell’Orto & Lanzini, 2005
1778 febbraio 5Divisione dei crediti spettanti ai consoci
1778 Bosco Marengo (Alessandria), Basilica S. Croce: ampliamento organo preesistente
ante 1779 La Spezia, Chiesa di S. Agostino: non più esistente
ante 1779 Pozzolo Formigaro (Alessandria), Orat.: vendita di organo usato
ante 1779 Novi Ligure (Alessandria), Parr. S. Nicolò: “accomodatura dell’organo”
1779 marzo 17Morte di Filippo Piccaluga
1780 La Spezia, pro-Cattedrale S. Maria Assunta: intervento di L. Musante su organo preesistente; non più esistente
1780 aprile 17Morte di Lorenzo Musante
L’attività della bottega organara proseguì con Nicolò Picasso

b) Organi non datati o non databili

Salata di Vobbia (Genova), Parr. S. Antonio da Padova: trasferito nel 1861 da Genova, Basilica SS. Annunziata (organo del coro)
Arenzano (Genova), Parr. SS. Nazario e Celso: non più esistente; sostituito da un Lingiardi 1880, op. 187 (non più esistente)
Genova, Orat. della Buona Morte (S. Donato): non più esistente
1758 ca. Fezzano di Portovenere (La Spezia), Parr. S. Giovanni Batt.: acquistato dalla Chiesa di S. Filippo Neri di Genova e trasferito da L. Ciurlo nel 1794; la cassa è l’unico elemento originale superstite; ricostruzione della Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini, 2005-06
Casella Scrivia (Genova), Parr. S. Stefano: non più esistente
Genova, Parr. S. Maria Maddalena: restauro e ampliamento organo W. Hermans 1663; non più esistente, sostituito da organo di D. Tagliafico, 1900, entro la preesistente cassa
San Cipriano di Serra Riccò (Genova), Parr. SS. Cornelio e Cipriano: non più esistente; ritirato da G. Cavalli nel 1910
Genova-Brasile di Bolzaneto, Parr. S. Felice (N.S. della Neve): non più esistente

c) Attribuzioni

Codivara di Varese Ligure (La Spezia), Parr. S. Maria Assunta: acquistato nel 1902 dalla Parrocchiale di Comuneglia, che a sua volta lo aveva acquistato nel 1865 da Raffaello Paoli; proveniente con probabilità da Genova-Bolzaneto, Chiesa S. Francesco
Genova, Chiesa del Conservatorio Figlie di S. Giuseppe: proveniente dall’antica sede; trasferito e modificato da G.B. Paganini nel 1881
Genova, Parr. N.S. di Loreto in Oregina: ricostruito da E. Gandini nel 1921 mantenendo la cassa; distrutto da esplosione di polveriera nelle adiacenze il 13 settembre 1945
Borgo Fornari di Ronco Scrivia (Genova), Pieve S. Maria Assunta: proviene probabilmente da altra località; trasferito prima del 1811
Sassello (Savona), Basilica dell’Immacolata Concezione
1757 Maxena di Chiavari (Genova), Parr. S.Martino: cassa datata 1757 e prospetto coevo; organo Paoli 1878; provieniente dalla Parr. S. Maria Assunta di Certenoli (Genova); trasferito nel 1965
1757-59 Genova Borzoli, Parr. S. Stefano: , in gran parte integro; interventi di Tagliafico (1896) e Marin (1947); cassa ridipinta da Leonardo Brida di Priò (25 agosto 1908?)
1760-70 ca. Genova Sestri Ponente, Parr. SS. Annunziata della Costa; completamente rifatto a trasmissione elettrica nel 1959; pannellatura anteriore rifatta mantenendo probabilmente la disposizione originaria a cinque campate con organetti morti (v. Vezzano Ligure Inferiore, Spotorno)
Bonassola (La Spezia), Parr. S. Caterina (organo del coro)
1770 ca. Manesseno di Sant'Olcese (Genova), Parr. S. Martino: "restaurato e rimodernato completamente" da Parodi e Marin (1921); ulteriore intervento dei F.lli Marin (1975)
Pontecurone (Alessandria), Orat. S. Francesco: sopravvive soltanto la cassa
Genova Bolzaneto, Parr. S. Francesco alla Chiappetta

2010, piccaluga.org

Tutti i diritti riservati per testi e foto - All rights reserved on texts and pictures

Tout droit reservé pour les textes et les photos